FREE FALL JAZZ

Simon Rose's Articles

Da queste parti tendenzialmente preferiamo la musica di chi nei manicomi fa il paziente (per esempio Lionel Pillay, di cui speriamo di parlarvi presto) piuttosto che il tutore. E Simon Rose, americano ma residente in maniera quasi stabile nel vecchio continente, a disposizione dei centri d’igiene mentale mette proprio la sua esperienza di docente.

Parallelamente all’attività di educatore, Rose ha sempre coltivato la passione per il sassofono, specialmente in ambito free jazz, suonando con numerose formazioni e collaborando con una sterminata lista di nomi più o meno noti dell’underground del settore. ‘Schmetterling’ è ora l’audace (?) tentativo di sintetizzare l’insegnante e il musicista in un’opera unica, traendo un disco da una sessione registrata presso l’ospedale psichiatrico St. Joseph Krankenhaus di Berlino. Ora, non sarò esattamente un esperto di psicoterapia, ma prendere una manica di matti ed esporli a due ore di concerto free jazz mi sembra un po’ gettare benzina sul fuoco, ma tant’è. (Continua a leggere)